mercoledì 9 gennaio 2019


Comunicato redatto alla storica associazione UDI ( Unione Donne Italiane), gruppo di Catania,  a seguito dell'uccisione,per mano del marito, di Sara Parisi. Il Femminicidio è avvenuto a Giarre in viale delle Province.  


Giarre 4 gennaio 2019 corteo in memoria di Sara Parisi, uccisa  dal marito ad Altarello quasi sull'uscio di  casa il 28 dicembre 2018 . Il corteo è stato organizzato dalle specialiste del centro antiviolenza  di Giarre intitolata a  " Marta Russo",  altra donna uccisa a Giarre dal marito il 12 novembre del 2009.  Al corteo erano presenti le/i parenti , le amiche  e gli amici di Sara, le tante donne e i tanti  uomini  impegnate/i da sempre  a contrastare la violenza sulle donne.

Giarre 4 gennaio 2019, fiori sul luogo dove è stata ammazzata Sara Parisi, uccisa  dal marito ad Altarello quasi sull'uscio di  casa il 28 dicembre 2018.

Il quotidiano La Sicilia   del 5 gennaio 2019, articolo del giornalista  Mario Previtera   sulla manifestazione  del 4 gennaio in memoria di Sara Parisi, uccisa  dal marito ad Altarello quasi sull'uscio di  casa  il 28 dicembre 2018.

domenica 11 dicembre 2016




1977  Volantino 8 marzo dell'U.D.I. ( unione donne italiane) di Giarre  distribuito  presso  piazza Carmine di Giarre e Villa Pantano di Riposto, luoghi frequentati da molti  studenti  . Il gruppo  delle giovani donne che assunse la denominazione della storica associazione nazionale era costituito da studentesse  tra cui: Lalla Strano,  Clara Sena,Ivana Sciacca, Nunziatina Spatafora, Patrizia Patanè, Enza Trovato e  da molte altre  giovani di Giarre e Riposto.  
Le giovani si incontravano a Giarre  al primo piano di palazzo Bonanno,  Piazza Duomo  



1978, il circolo  UDI di Giarre redige questo manifesto di protesta per la chiusura del reparto di ostetricia e ginecologia dell'ospedale della stessa città . Il reparto fu riaperto  agli inizi degli anni ottanta. L'originale di questo manifesto è conservato presso l'Archivio nazionale dell'U.D.I. ed è stato pubblicato insieme a tanti altri manifesti  di  tutta Italia in Donne Manifeste , casa editrice il Saggiatore , pag. 81. Conservo invece la minuta del manifesto scritto materialmente da Patrizia Patanè.


1978 minuta del manifesto " Partorire ed abortire a Giarre"scritto materialmente da Patrizia Patanè. L'originale di questo manifesto è conservato presso l'Archivio nazionale dell'U.D.I. ed è stato pubblicato insieme a tanti altri manifesti  di  tutta Italia in Donne Manifeste , casa editrice il Saggiatore , pag. 81.



1978  una donna di Riposto partorisce a casa e muore, il collettivo Femminista  ed il circolo  U.D.I  (unione donne italiane) di Giarre  sollecitano la riapertura del reparto di ostetricia dell'ospedale della città. Il  collettivo femminista era costituito da studentesse tra cui : Lucia Barbagallo,  Rita Mavilia, Graziella Messina, Nunziatella Cosentino, Angela Parisi, Maria Grazia Marotta.




1978 Un ragazzo, Vincenzo, dopo avere letto il manifesto "Ancora oggi si muore di parto "  scrive alle donne del Collettivo e dell'U.D.I. di Giarre  sostenendo le loro ragioni.





1978 volantino per la giornata dell' 8 marzo a Giarre 




1978 Volantino U.D.I  ( unione Donne Italiane) di Giarre  dopo l'approvazione della legge
sulla maternità ed interruzione di gravidanza
1978 manifesto redatto dall'U.D.I. di Giarre dopo l'approvazione della legge regionale sui consultori la cui istituzione ed apertura è stata demandata ai comuni ed anche alle associazioni. I comuni  in breve tempo costituirono i propri consultori offrendo alle donne un servizio laico e pubblico


1978 Iniziativa  per l' approvata  legge  sulla interruzione della gravidanza  che non è un metodo contraccettivo


1978 , a Giarre   un gruppo di cattoliche e cattolici costituiscono un consultorio privato, come previsto dalla stessa legge, in contrapposizione a quello pubblico. I medici  del consultorio infatti  saranno tutti  obiettori di coscienza.
Ho conosciuto e conosco gli animatori ed i protagonisti  dell'iniziativa con cui spesso mi sono confrontata, fra i quali :  ( Nunzio Sorbello, Giovanna Garraffo, Lietta Vecchio, Mario Catanuto, Isidoro Nucifora, Salvatore Savoca, Salvo Garraffo )




1978 articolo sul giornale La Città, edito a  Giarre,  sulla mancata apertura  a Giarre del consultorio pubblico



1978  UDI di Catania  Documento politico per il congresso


Giugno 1978  telegramma di richiesta  delle donne dell'UDI di Giarre  di un incontro con il presidente dell'ospedale, avv. Giuseppe Lombardo,  sulla riapertura del reparto di maternità


giugno 1978 la risposta del presidente dell'ospedale di Giarre  alla richiesta di incontro da parte delle donne dell' UDI,  sulla riapertura del reparto di  ginecologia ed ostetricia. Dopo qualche anno viene aperto il reparto di ostetricia e ginecologia 





1979  Il Presidente dell'Ospedale di Giarre, avv. Giuseppe Lombardo,  accoglie l'invito  delle donne dell'associazione U.D.I. di Giarre  per affrontare la questione della riapertura del reparto di ginecologia ed ostetricia.
1979   volantino delle donne del P.C.I. di Giarre in occasione delle elezioni politiche.






1979 volantino per la giornata dell'8 marzo distribuito a Giarre  e Riposto , piazza Carmine e 
Villa Pantano di Riposto dove rispettivamente insistevano il Liceo Classico ed il  Scientifico.
                                                                     





Documento databile fine anni settanta. Le autrici erano studentesse di Nunziata ( frazione del comune di Mascali) e di Fiumefreddo, in particolare ho conosciuto Cecilia Battiato e   Rita Zito.


Gennaio 1981 volantino redatto dalle  donne delle  varie associazioni di Giarre  per la mancata apertura del consultorio da parte del comune di Giarre